Tavolo per la non autosufficienza: importanti passi avanti

Nella giornata di ieri, mercoledì 27 luglio, si è tenuta, presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, una riunione del Tavolo non autosufficienza cui partecipano le principali federazioni ed associazioni delle persone con disabilità e le parti sociali, presieduto dal Sottosegretario Franca Biondelli, alla presenza del Vice Ministro del Ministero dell’Economia e delle Finanze On. Enrico Zanetti, di rappresentanti del Ministero della Salute e delle Regioni.
Il Tavolo si è posto l’obiettivo di arrivare a definire un Piano per la non autosufficienza a partire dal riparto del Fondo per le non autosufficienze per l’anno 2016. In questo contesto è stato avviato un costruttivo confronto che ha permesso di condividere i principi ed il percorso che orienteranno l’utilizzo delle risorse del Fondo per il 2016 e gli anni a venire.
“Sono davvero molto soddisfatta dei risultati raggiunti attraverso il positivo apporto di tutti – ha dichiarato il Sottosegretario Biondelli – che ha consentito il superamento delle criticità inizialmente rilevate”. “Voglio soprattutto evidenziare – ha continuato il Sottosegretario – l’importanza della condivisione di talune novità di grande rilievo quale l’adozione di criteri omogenei per la individuazione delle persone in condizione di disabilità gravissima che insieme alla costante rilevazione, da parte delle Regioni, del numero di assistiti sul proprio territorio, consentirà al Ministero del Lavoro la definizione di livelli essenziali delle prestazioni da garantire su tutto il territorio nazionale nei limiti delle risorse del Fondo per le non autosufficienze a tal fine rese disponibili”.

DDL Povertà: un passo importante nella giusta direzione

Ieri la Camera dei Deputati ha approvato, in prima lettura, il disegno di legge delega recante norme relative al contrasto della povertà, al riordino delle prestazioni e al sistema degli interventi e dei servizi sociali. Il provvedimento introduce una misura unica a livello nazionale di contrasto alla povertà, denominata reddito di inclusione, individuata come livello essenziale delle prestazioni, articolata in un beneficio economico e in una componente di servizi alla persona. Non posso che dirmi soddisfatta per questo risultato che costituisce un passo importante nella giusta direzione -ha affermato il Sottosegretario di Stato al Lavoro e alle Politiche Sociali Franca Biondelli- e colma un divario con gli altri Paesi europei che già prevedono misure di contrasto alla povertà. Altri passi seguiranno, quali il graduale incremento del beneficio e della platea dei beneficiari attraverso un aumento delle risorse del Fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale. Voglio inoltre mettere in evidenza, come segnale fortemente positivo la convergenza tra Parlamento e Governo su temi così di rilievo e di grande impatto sociale”. Il provvedimento passa ora all’esame del Senato.

Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità: approvato il programma biennale per la disabilità’

Si è tenuta ieri alla presenza del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Giuliano Poletti e del Sottosegretario di Stato Franca Biondelli, la sessione plenaria dell’Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità, che ha approvato la bozza del II programma d’Azione Biennale in materia di disabilità. Il nuovo Programma d’Azione, che sarà oggetto di ulteriore dibattito nel corso della prossima Conferenza Nazionale sulle politiche sociali per la disabilità a Firenze il 16 e 17 settembre di quest’anno, affronta le principali tematiche in materia offrendo un ampio ventaglio di proposte ed azioni per la piena inclusione delle persone con disabilità. “Il Programma, approvato in prima battura ieri, testimonia la grande qualità del lavoro ed il proficuo impegno di tutti i membri dell’Osservatorio – ha detto il Ministro Poletti – e conferma la bontà dell’approccio altamente partecipativo che, sin dall’istituzione dell’organismo, nel 2010, si è voluto imprimere alle attività portate avanti insieme dai rappresentanti delle istituzioni e delle organizzazioni delle persone con disabilità.”“E’ grande la soddisfazione per questo risultato – ha aggiunto il Sottosegretario Biondelli – che spingerà Governo e Parlamento a fare sempre meglio a favore delle persone con disabilità, i cui diritti di cittadinanza sono richiamati nella Convenzione ONU dei diritti delle persone con disabilità.”