Archivi categoria: Attività politica

3

Biondelli riconfermata Sottosegretario al Welfare: “Proseguire sulla strada delle riforme”

Oggi a Palazzo Chigi per il giuramento a seguito del reincarico di Governo. Ringrazio il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni per la riconferma a Sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Conto di operare con lo stesso spirito di servizio e dedizione per completare le riforme che in tre anni abbiamo portato avanti grazie a Matteo Renzi. Ci attende un nuovo percorso proseguendo le battaglie già intraprese, con l’impegno e la collaborazione di tutti riprendiamo il lavoro sulla via delle #Riforme!

25 novembre Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne

La ricorrenza che si celebra in questa giornata impone più di una riflessione. Non dobbiamo infatti soffermarci, come accade per altre giornate celebrative, su eventi ricchi di significato, “cristallizzati” nel tempo, perché, purtroppo, la giornata contro la violenza alle donne rimanda ad una piaga ancora aperta.
Ognuno di noi, come persona innanzitutto, è chiamato a darsi una spiegazione di questo brutale fenomeno che ha radici complesse e, soprattutto, vede convivere aspetti diversi che vanno indagati.
Cercare di comprendere per orientare una cultura, soprattutto per le nuove generazioni, che non contempli, nell’ambito delle relazioni, la sopraffazione e’ un impegno che ci vede tutti in prima linea.
Come rappresentante di governo reputo fortemente positivo il lavoro che sta svolgendo la Cabina di regia interistituzionale del Piano straordinario contro la violenza sessuale e di genere di cui faccio parte, in quanto la presenza contemporanea di diversi rappresentanti istituzionali permette l’elaborazione di piani di intervento nei settori maggiormente strategici. E’ questa credo la strada che sulla base dell’attenzione e del confronto continuo potrà condurci, senza mai abbassare la guardia, a cogliere i frutti di una maggiore consapevolezza.

7

Con Nannicini a Novara per ribadire le ragioni del Si

Con Tommaso Nannicini a Novara per ribadire le ragioni del SI.
SI per ridurre fortemente il numero dei parlamentari e risparmiare soldi pubblici
SI per evitare l’assurdo ping pong fra Camera e Senato allungando a dismisura i tempi democratici e avere così tempi certi
SI per consentire ai cittadini di avere più strumenti per legiferare attraverso i tempi certi di discussione per le leggi di iniziativa popolare e le proposte di referendum a cui verrà tolto il quorum su un determinato numero di firme raccolte.
SI per redimere una volta per tutte il contenzioso delle competenze fra Stato e regioni

8

6

4